Chiesa Madre del Santissimo Salvatore

Chiesa cattolica

Chiesa Madre del Santissimo Salvatore

Descrizione

Costruita nell'ultimo scorcio del Cinquecento, la chiesa del SS. Salvatore, ampliata tra il 1921 e il 1924 da Don Emilio Parrella, è stata completamente rifatta, all'indomani del terremoto del 1962, da mons. Nicola D'Addona. La costruzione, pur apparendo a prima vista come un complesso architettonico progettato ex novo, conserva, armonizzandoli pienamente, i segni delle varie ristrutturazioni che si sono susseguite nel tempo (basti pensare alla presenza contemporanea di archi a sesto acuto, a tutto sesto e di architravi. 
di notevola interesse, oltre all'urna con i resti mortali di Santa Reaparata, sono la porta di bronzo realizzata dalla fonderia Marinelli di Agnone ed il soffitto a finti cassettoni decorato in oro zecchino da Rocco Pennino, l'autore dell'ultima cena che campeggia nell'abside.
Non meno importanti sono la lapide che ricorda la solenne visita pastorale fatta il 4 settembre del 1697 dal cardinale Vincenzo Maria Orsini, arcivescovo di Benevento e futuro papa Benedetto XIII, l'antica statua lignea di San Nicola, proveniente dall'omonima chiesa del XVI secolo demolita nel 1971, e la tela raffigurante il martirio di Santa Reparata, dipinta nel 2002 da Antonio Solvino.

Modalità di accesso

Si accede alla struttura dal portone principale situato in Largo Chiesa Madre, 2.


 

Come arrivare

Largo Chiesa Madre, 2

Mappa

Costi

L'accesso alla Chiesa Madre del Santissimo Salvatore è gratuito.

Orario per il pubblico

La chiesa è sempre aperta in orario diurno. Per conoscere gli orari delle funzioni religiose rivolgersi alla parrocchia.

Ultimo aggiornamento: 27-06-2024

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà? 1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 150 caratteri